Il CEO di MicroStrategy dice che il ritorno sull’investimento dell’oro non è „convincente“ come quello del Bitcoin

Michael Saylor, CEO di MicroStrategy, ha recentemente descritto il motivo per cui la società di business intelligence quotata al Nasdaq ha deciso di investire in bitcoin rispetto ad altri asset come oro, immobili o materie prime.

L’espansione monetaria aggressiva sarà del 10-15% all’anno

Parlando al corrispondente capo di Reuters Anna Irrera, durante la Binance Blockchain Week, come riportato per la prima volta da Decrypt, Saylor ha rivelato che MicroStrategy stima che l’espansione monetaria aggressiva sarà del 10-15% all’anno, il che crea uno „svilimento del potere d’acquisto delle valute rispetto ai beni scarsi“.

Saylor ha aggiunto che MicroStrategy aveva tradizionalmente una grande posizione di cassa nella sua tesoreria, che è stata investita in debito sovrano in un „ambiente in cui l’offerta di denaro si stava espandendo di circa il 5% all’anno“. L’azienda, ha detto, generava dal 2 al 3% di interesse all’anno contro un costo del capitale del 5%.

Nell’ambiente attuale, ha notato, il debito sovrano rende meno dell’1% a breve termine, mentre il costo del capitale è salito al 15%. Per prevenire la perdita di valore per gli azionisti, ha detto, MicroStrategy ha iniziato a cercare investimenti alternativi come azioni, immobili e altro.

Ha aggiunto:

I rendimenti dell’oro non sembravano così convincenti come il Bitcoin. Così alla fine abbiamo trovato le criptovalute perché, in sostanza, nel mondo delle criptovalute si può creare un oro digitale e Bitcoin è quell’oro digitale.

„È logico che si stabilisca su Bitcoin come oro digitale“

Secondo le sue parole, se un investitore sta cercando una riserva di valore non-fiat, „è logico che si stabilisca su Bitcoin come oro digitale“. Saylor ha sottolineato che i derivati non sono adatti all’azienda perché MicroStrategy non è una società di trading, e poiché non è un’azienda di trading non è preoccupata della volatilità a breve termine.

Invece, ha sottolineato che l’azienda ha un orizzonte temporale a lungo termine e guardando al BTC, il prezzo della criptovaluta „non è affatto volatile, sta solo salendo“ negli ultimi 10 anni. Gli investitori, ha detto, dovrebbero avere almeno un orizzonte temporale di quattro anni, il che rende la volatilità irrilevante. MicroStrategy è invece preoccupata che i suoi investimenti salgano nel tempo.

Bitcoin, ha detto Saylor, è una soluzione all’ambiente attuale. Mentre ha rivelato che prima di marzo non vedeva il valore in esso, le cose sono cambiate perché MicroStrategy ha avuto la larghezza di banda per esaminare il bitcoin come una soluzione al potenziale svilimento della moneta e all’inflazione.

La criptovaluta di punta, ha aggiunto, può fungere da riserva di valore per qualsiasi società, pubblica o privata, poiché è una „soluzione logica“ al problema.

Il mondo, ha detto, ha „disperatamente“ bisogno di una riserva di valore non-fiat. Per Saylor, il bisogno è „molto più grande dell’oro“.

MicroStrategy, vale la pena notare, ha acquistato bitcoin come parte della sua strategia aziendale. L’azienda ha già investito 1,145 miliardi di dollari per comprare 71.079 BTC, che ora valgono oltre 2,6 miliardi di dollari.

Posted in Bitcoin